Professione
DL semplificazioni - N. 76/2020 obbligo per i professionisti di avere un domicilio digitale (indirizzo PEC). Per la mancata osservanza di tale norma è prevista la sanzione della sospensione dall'Albo.

PROT. 955/2020
Lucca, 30 luglio 2020

A tutti gli Iscritti

Trasmettiamo la circolare pervenuta dal Consiglio Nazionale Architetti. Si segnala che nel Decreto Legge n. 76/2020 (c.d. Semplificazioni), all'art. 37, per i professionisti iscritti agli Albi, è stato introdotto l'obbligo del domicilio digitale, e cioè un indirizzo elettronico eletto presso un sevizio di posta elettronica certificata. La norma prevede che l'iscritto ha l'obbligo di comunicare all'Ordine di appartenenza il proprio indirizzo PEC, se inadempiente l'Ordine può inviare una diffida. 

Nel caso di mancata ottemperanza alla diffida l'Ordine commina la sanzione della sospensione dall'Albo fino alla comunicazione dello stesso domicilio digitale. 

Ricordiamo che l'Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Lucca, per ottemperare a quanto già previsto dalla Legge n. 2 del 28.01.2009, ha attivato,gratuitamente, una casella di posta elettronica certificata a tutti gli Iscritti all'Albo, (cognome.nome@pec.architettilucca.it ). La casella PEC è stata comunicata a ciascun iscritto con le modalità di accesso. 

Tutti gli indirizzi PEC dei professionisti, come previsto dalla Legge, sono stati inseriti sul portale http://www.inipec.gov.it/. Vi invitiamo a controllare la Vostra posizione e invitiamo coloro che hanno un diverso indirizzo di posta elettronica certificata, attivato personalmente, diverso da quello attivato dall'Ordine, a volerlo comunicare alla Segreteria (segreteria@architettilucca.it) entro il 25.08.2020, per poter aggiornare il sito INIPEC.

Circolare CNAPPC scarica il pdf