Professione
Modifiche alla Legge Regionale 65/2014

Lo scorso 25 Novembre sono entrate in vigore una serie di innovazioni urbanistiche ed edilizie introdotte con la modifica della Legge Regionale 65/2014;

In sintesi:

- La disciplina dei mutamenti d’uso è stata allineata alle disposizioni della normativa statale e viene chiarito che i mutamenti d’uso urbanisticamente rilevanti eseguiti in assenza di opere edilizie sono subordinati alla presentazione di SCIA;

- Sono introdotte alcune casistiche in cui, In alternativa agli accertamenti di conformità edilizia o PdC in Sanatoria è possibile presentare la SCIA in sanatoria;

- Sono state adeguate le discipline della Legge Regionale alle nuove disposizioni nazionali in materia di sismica;

- Sono state introdotte modifiche che interessano la pianificazione urbanistica relativamente ai Piani Operativi Intercomunali, ai Piani Regolatori Portuali, alle banche dati territoriali e al telerilevamento oltre ad introdurre nuove possibilità per varianti agli strumenti urbanistici nella fase transitoria di adeguamento dei Piani Strutturali e dei Piani Operativi alla nuova Legge.

 

Con il medesimo provvedimento sono state introdotte novità relativamente alla L.R. 5/2010: ove previsto dagli strumenti urbanistici sarà possibile procedere al recupero abitativo dei sottotetti anche con contestuale mutamento della destinazione d’uso in residenziale e anche mediante lo spostamento dei solai.

Si segnala infine l’introduzione di modifiche riguardanti la Legge Regionale 35/2015 in materia di Cave.

Si rimanda ad una attenta lettura del testo normativo introdotta dalla L.R. 69/2019 che indtroduce le suddette modifiche alle Leggi Regionali al seguente link:

http://raccoltanormativa.consiglio.regione.toscana.it/articolo?urndoc=urn:nir:regione.toscana:legge:2019-11-22;69

Saluti
La Segreteria 

Per il Consigliere Delegato all'urbanistica 
Arch. Fabio Nardini