Iscrizioni

Per chiedere l'iscrizione all'Albo è necessario inviare una richiesta ufficiale all'attenzione del Consiglio dell'Ordine in carica.
I requisiti per l'scrizione sono la residenza nella Provincia di Lucca o il domicilio fiscale nella Provincia di Lucca.

Il Consiglio dell’Ordine, nella seduta consiliare del 13.11.2017, ha deliberato che tutti i nuovi iscritti saranno esonerati, per il primo anno, dal versamento della quota di mantenimento dell’Albo e verseranno soltanto il costo del timbro professionale. 

La quota, per il secondo anno sarà ridotta a € 200,00 (in detta agevolazione rientrano per il 2018 i neo iscritti nell’anno 2017). A partire dal terzo anno di iscrizione, ciascun Architetto pagherà la quota di mantenimento dell'Albo pari a € 235,00.

Non si considerano nuovi iscritti i trasferiti da altro Ordine.


 

Domanda iscrizione Albo sezione A scarica il doc
  scarica il pdf
Domanda iscrizione Albo sezione B Iunior scarica il doc
  scarica il pdf
Autocertificazione del Casellario Giudiziale scarica il doc
  scarica il pdf
Autocertificazione del titolo di Laurea scarica il doc
  scarica il pdf
Autocertificazione del possesso dell'abilitazione scarica il doc
  scarica il pdf
Informativa per il trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del Reg. (EU) 679/2016 scarica il pdf

 

Gli Architetti precedentemente iscritti presso altri Ordini professionali hanno l'obbligo di comunicarlo al Consiglio dell'Ordine al momento delle richiesta di iscrizione all'Albo.

Per gli Architetti che hanno conseguito il titolo di Architetto all'estero sia in un paese comunitario che extracomunitario, prima di presentare domanda di iscrizione all'Albo degli Architetti di Lucca, è necessario preventivamente richiedere al M.I.U.R. (Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca) il riconoscimento del titolo professionale. Tutte le indicazioni generali sono indicate sul sito del Consiglio Nazionale Architetti  alla pagina http://www.awn.it/professione/estero/professione-italia-estero

Registro dei Prestatori di servizi: In base all'art. 9 del Decreto legislativo 129/92, sono ammessi all’esercizio dell’attività di architetto, con carattere di temporaneità e senza stabilimento in Italia della sede principale o secondaria d’uno studio professionale, i cittadini degli Stati membri delle Comunità Europee che, essendo in possesso di un titolo riconosciuto, dimostrino di esercitare legalmente l'attività professionale di architetto nello Stato membro in cui sono stabiliti. Tutte le informazioni alla pagina :AWN - Prestazione di Servizi